I carciofi sono uno dei prodotti della terra più buoni, oggi prepariamo i carciofi impanati con la friggitrice ad aria. I carciofi sono (anche se molte persone li considerano frutti) il fiore della pianta del carciofo, esattamente sono fiori non ancora dischiusi, non è una pianta che si trova in natura perché è una pianta ottenuta da una selezione che ha avuto origine dal cardo selvatico.

Utilizzati in tantissime ricette i carciofi sono una vera delizia, anche se non piacciono a tutti a causa del loro sapore leggermente amarognolo.

I carciofi impanati e fritti in abbondante olio sono un secondo piatto o un antipasto croccante, saporito e sfizioso, noi li andiamo a preparare senza utilizzare olio se non in una minima quantità, questo è possibile grazie alla nostra amata friggitrice ad aria, che grazie al suo flusso di aria cuoce gli alimenti senza bisogno di immergerli in olio, rendendoli allo stesso tempo croccanti e salutari.

Per preparare i carciofi impanati con la friggitrice ad aria servono pochissimi ingredienti, quindi senza indugio andiamo a preparare questi carciofi fritti con la friggitrice ad aria.

Oggi il disco che suggerisco da ascoltare in cucina a tutto volume è: AfterLife dei Five Finger Death Punch.

Stampa

carciofi impanati con la friggitrice ad aria

Carciofi fritti con la friggitrice ad aria, una bontà da provare assolutamente.

  • Autore: Shannara
  • Tempo di preparazione: 5 minuti
  • Tempo di cucinare: 10 minuti
  • Tempo totale: 50 minuto
  • Porzioni: 4 1x
  • Categoria: secondi piatti
  • Metodo: friggitrice ad aria
  • Cucina: italiana

ingredienti

Scala
  • 8 carciofi
  • Acqua, quanto basta per coprire i carciofi
  • 1 Limone, il succo
  • sale, quanto basta
  • 1 uovo
  • farina, abbastanza per impanare i carciofi
  • Olio spray, quanto basta

Istruzioni

  1. Iniziate con il mettere il succo del limone con dell’acqua, ora andate a pulire i carciofi, tagliate con un coltello la punta dei carciofi per eliminare le spine, eliminate con le dita le foglie esterne, che sono quelle più dure ed eliminate anche il gambo.
  2. Tagliate i carciofi a metà e aiutandovi con un coltellino eliminate la peluria che si trova al centro del carciofo, una volta eliminata tutta la peluria tagliate ancora i carciofi a metà, sempre per la lunghezza, dovreste aver ricavato da ogni singolo carciofo 4 pezzi.
  3. Man mano che li pulite metteteli in ammollo nella ciotola con l’acqua e il limone, questo farà in modo che il carciofo non si ossidi, con questo sistema eviterete che anneriscano.
  4. Quando avrete pulito tutti i carciofi fateli bollire in una pentola con dell’acqua per 3-4 minuti, scolateli e fateli asciugare su carta assorbente per alimenti.
  5. Ora passiamo all’impanatura dei carciofi. Mettete in un piatto fondo la farina e in una ciotola l’uovo e un pizzico di sale, sbattete per bene l’uovo con l’aiuto di una forchetta o di una frusta manuale e quando il tutto sarà ben amalgamato passate i pezzi di carciofo prima nell’uovo poi nella farina, se amate l’impanatura più spessa ripetete il procedimento, ma ricordate che facendo così dovrete utilizzare probabilmente più uova e più farina.
  6. Ora spruzzate dell’olio spray nel cestello (se non l’avete potete ungere il cestello con pochissimo olio aiutandovi con un pennello o con le dita) disponete all’interno del cestello i carciofi, facendo attenzione che non si sovrappongano, nebulizzate ancora un pochino di solio spray e cuocete a 180° per circa 10 minuti, ricordatevi di girarli a metà cottura. Passati i dieci minuti dovrebbero essere croccanti e colorati, se così non fosse o se volete una doratura più marcata fateli cuocere ancora per un paio di minuti, scuotendo ogni tanto il cestello. Potete portarli a tavola caldi e appena sfornati, ma sono ottimi anche freddi.

Appunti

I carciofi tendono ad annerire, questo per delle sostanze contenute che a contatto con l’aria si ossidano, se volete evitare che le vostre mani diventino nere utilizzate dei guanti.

Parole chiave: carciofi, acqua, limone, sale, uovo, farina, olio, friggitrice ad aria

Hai fatto questa ricetta?

Condividi una foto e taggaci: non vediamo l’ora di vedere cosa hai fatto!